I contagi si sono ridotti, apparentemente il virus si mostra meno aggressivo, è stato quindi giusto riaprire i confini regionali e favorire i rientri in famiglia e nei posti di lavoro.

Questa nuova libertà va affrontata con serenità e responsabilità; permane la paura, che può rappresentare un effetto positivo quando diventa difesa.

In questo periodo di pandemia abbiamo visto un’ITALIA sofferente, piegata ma non sconfitta.

Ricordiamo, con commozione, le parole del Presidente Mattarella in occasione del 2 Giugno “gli Italiani nelle emergenze sanno dare il meglio; lo nostra è stata una NAZIONE coesa nel coraggio e nella solidarietà. Il 2 Giugno da tempo di sofferenza deve diventare tempo di rinascita

Il Presidente ha richiamato tutti ad una unità diversa “dobbiamo lavorare tutti per il bene di questo Paese. Davanti al dolore delle Famiglie, non ci deve essere spazio per le polemiche; è l’ora dei fatti, per una rinascita sociale, sanitaria ed economica”.

Ricordiamo che questo virus, apparentemente meno diffuso e meno aggressivo, non è sparito: non bisogna credere in false sicurezze; non dobbiamo distogliere l’attenzione dal rischio. Ogni Cittadino deve operare con responsabilità nel rispetto delle già note norme di sicurezza:

a: distanziamento sociale
b: uso diligente delle mascherine
c: igiene delle mani.
d: evitare gli assembramenti

L’effetto di questi comportamenti li vedremo nel tempo.

Ricordiamo ai nostri pazienti che lo studio dal 4 di Maggio ha riaperto l’attività offrendo tutte le prestazioni di prima, in massima sicurezza e sempre con lo stesso impegno professionale ed umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *