Il fumo accelera l’orologio biologico

Di recente una compagnia americana che si occupa di biotecnologie ed intelligenza artificiale, ha dimostrato come uomini e donne fumatori abbiano un’età biologica decisamente più avanzata rispetto ai coetanei non fumatori. Questa ricerca della Insilico Medicine ha dimostrato che non si tratta solo di aspetto fisico, ma anche di valori nel sangue: livelli di emoglobina glicata, urea e ferritina, analizzati in 149 mila adulti.

“Il fumo di sigaretta contiene oltre 7000 sostanze chimiche, tra cui nicotina, monossido di carbonio, radicali liberi, ossidanti e cancerogeni, che ricoprono un ruolo di primo piano sia nell’invecchiamento sia nella genesi di molte patologie croniche”.

Uno dei primi apparati interessati, oltre a quello broncopolmonare, è certamente la pelle, che diventa rugosa, spenta e inaridita, ma il problema si allarga all’intero organismo: aumenta il colesterolo cattivo, trigliceridi, glicemia, pressione arteriosa e frequenza cardiaca. Anche gusto ed olfatto vengono intaccati, le donne vanno incontro a menopausa ed osteoporosi in forma precoce.
Insomma, si verifica “un declino prematuro di tutti gli organi ed apparati, cuore compreso con un aumentato rischio di ischemia miocardica, infarto, ictus ed aneurisma aortico.”

LA BUONA NOTIZIA
“Questo invecchiamento è reversibile, in varia misura ed in qualsiasi età. Il margine dipende da quanto si è fumato fino a quel momento e dal conseguente danno che si è instaurato, ma in generale la qualità di vita migliora per tutti.”

Già dopo un anno dall’ultima sigaretta il rischio cardiovascolare (IMA, Ictus, Arteriopatie) si dimezza. A partire dal V anno di astensione si dimezza il rischio per alcuni tipi di tumore (cavo orale, esofago e vescica), migliora la funzionalità polmonare, la pelle ritrova luminosità ed elasticità, ed in generale l’orologio biologico sposta indietro le sue lancette.

Lo studio è a Vostra disposizione per:
• consulenza pneumologica
• affiancamento psicologico per percorso alla disabitudine al fumo
• consulenza cardiologica
• ecocolorDoppler vasi epiaortici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *