La visita nefrologica è utile per valutare il grado di funzionalità dei reni, per escludere, diagnosticare o monitorare una patologia renale.

Perché viene richiesta?
Viene chiesta dal Medico curante quando i risultati delle analisi del sangue e delle urine manifestano:

  1. Valori alterati di proteinuria (o microalbuminuria che misura la presenza di proteine, in particolare albumina nelle urine), azotemia e creatinemia.
  2. Presenza di sangue nelle urine (microematuria) o che si presentano alla vista più scure (ematuria).
  3. Per accertare la natura di sintomi che possono essere riferiti a diverse patologie, non solo nefrologiche, come la pressione alta (ipertensione arteriosa), una maggiore produzione di urina (poliuria) soprattutto di notte (nicturia), dolori addominali, dolore toracico o retrosternale, stanchezza, gonfiore alle caviglie o ai piedi, dolori muscolari, affanno (dispnea), nausea o vomito, riduzione dell’appetito, disidratazione della pelle ed aumento del senso di sete, vertigini, sonnolenza o insonnia.

Patologie
La visita nefrologica è utile per diagnosticare e curare le principali patologie renali:

  • Insufficienza renale (acuta o cronica);
  • Nefropatie primitive e secondarie;
  • Malattia renale cronica (MRC) e le sue complicanze (anemia, acidosi metabolica, malattia minerale dell’osso nella malattia renale cronica – CKD-MBD);
  • Ipertensione arteriosa;
  • Alterazioni elettrolitiche;
  • Infezioni delle vie urinarie;
  • Calcolosi renale;
  • Cisti renali;
  • Tumori del rene;
  • Tumori delle vie urinarie;

Come si svolge la visita
In un primo momento lo Specialista raccoglierà il maggior numero di informazioni possibili sulla storia clinica e sullo stile di vita del paziente:

  • Alimentazione
  • Fumo
  • Livello di attività fisica o di sedentarietà
  • Eventuali patologie in corso
  • Interventi precedenti
  • Casi in famiglia di patologie cardiache e diabete
  • Assunzione di farmaci
  • Frequenti episodi della minzione nella giornata

In un secondo momento lo Specialista procederà con l’esame obiettivo, alla misurazione della pressione arteriosa, alla visione dei referti di esami ematochimici e strumentali presentati dal paziente.

In caso di dubbio diagnostico lo Specialista può richiedere un approfondimento prescrivendo esami ematochimici, sierologici e strumentali (ecografie, ecocolordoppler, TAC, RM senza e con contrasto).

Terapia farmacologica e piano alimentare
Dall’esito della visita scaturirà un piano terapeutico e nutrizionale adeguato oltre ai consigli di uno stile di vita più salutare.

Le informazioni di cui sopra rivestono caratteri generali e non vogliono sostituirsi ai consigli e prescrizioni del Medico curante o specialista.

Per informazioni o prenotazioni:
Studio Medico Sammarra
Via Giorgio De Chirico 89/C – Saporito di Rende (CS)
Telefoni: (+39) 0984 465176(+39) 348 370623
E-Mail: [email protected]
Sito Web: www.studiomedicosammarra.it

Progetto “Prevenzione è Salute”
Responsabile dr Cosmo Sammarra

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.