CONTROLLO DEL PESO
Il controllo del peso è legato ad un equilibrio tra le calorie in entrata (assunte con il cibo) e quelle in uscita (consumate durante la giornata). Se le prime sono maggiori rispetto a quelle bruciate si incorre in un aumento del peso. Oltre alla quantità anche la qualità dei nutrienti (carboidrati, grassi e proteine) incide sulla nostra composizione corporea (acqua, massa grassa e magra).

CUORE E ​NUTRIZIONE
Per proteggere il cuore è essenziale seguire uno stile di vita sano e attivo. La maggior parte dei disturbi cardiaci è spesso favorita da cattive abitudini come stress, sedentarietà,alimentazione scorretta, fumo, eccesso di sport. Queste situazioni possono portare a sovrappeso, diabete, eccesso di colesterolo ed ipertensione. ​Un’alimentazione corretta può aiutare nella prevenzione e nel controllo di alcuni valori per uno stile di vita sano.

INTOLLERANZE
Alcuni cibi assunti a lungo e in quantità elevate, possono creare un accumulo di sostanze sgradite che danno luogo ai vari disturbi: ​gonfiori, cefalea, stanchezza cronica, dermatiti o improvvisi cambiamenti di peso, insonnia. Si distinguono da queste intolleranze quelle “permanenti” come la celiachia e l’intolleranza al lattosio, fenomeni in forte crescita tra la popolazione, per i quali In ogni caso è bene consumare prodotti studiati appositamente.

INTEGRAZIONE SPORTIVA
L’integrazione sportiva è importante per ottenere una buona performance. Alcuni prodotti specifici possono essere consumati prima, durante o dopo la prestazione sportiva: ciascuno può rispondere a esigenze diverse, idratazione, energia e potenza muscolare.

ALTERNATIVA VEGETALE
Un’alimentazione vegetale è il frutto di una scelta etica legata non solo alla salvaguardia del pianeta e degli animali ma anche della propria salute. Cereali, legumi, frutta e verdura sono quindi una miniera di carboidrati, vitamine, proteine e sali minerali da consumare in maniera consapevole e attenta.

ALTERNATIVA BIO
L’attenzione per la salute può essere declinata attraverso la scelta di prodotti biologici per garantire la minor presenza di sostanze nocive al nostro organismo mantenendo il piacere del gusto e la certezza della naturalità. Una buona e sana alimentazione comincia prima di tutto da una bella colazione! Il primo pasto, infatti, è quello più importante di tutta la giornata, per una migliore resa fisica e mentale a vantaggio del nostro benessere! Tuttavia, moltissime persone saltano la colazione o – ancor peggio – sono convinte che sia meglio non farla, specialmente se si è a dieta… NIENTE DI PIU’ SBAGLIATO!

COLAZIONE SENZA LATTOSIO: CONSIGLI E ALIMENTI
L’intolleranza al lattosio è una condizione in cui l’organismo non riesce a digerire completamente lo zucchero presente nel latte e nei suoi derivati. Non si tratta di un disturbo pericoloso, ma è associato a sintomi fastidiosi che possono essere evitati solo limitando il lattosio introdotto con l’alimentazione. Una buona colazione dovrebbe fornire circa il 20/25% delle calorie giornaliere. L’ideale sarebbe associare macronutrienti come carboidrati a una fonte proteica. Il tutto integrato da vitamine e minerali, che troviamo nella frutta fresca e nelle spremute di agrumi. Normalmente una buona fonte proteica è rappresentata dal latte o dallo yogurt. Ma cosa fare se si è intolleranti al lattosio? La soluzione è portare in tavola alimenti che non ne contengano ma che permettano comunque di fare una colazione sana ed equilibrata.

10 REGOLE PER UN’ALIMENTAZIONE SANA

  1. Non saltare mai i pasti. La colazione è il pasto più importante della giornata. Fare 1-2 spuntini, pranzo e cena equilibrati.
  2. Mangiare 4-5 porzioni tra frutta e verdura. Evitare frutta troppa zuccherina come banane, fichi, uva e cachi.
  3. Prediligere i prodotti a base di cereali integrali e le farine poco raffinate.
  4. Alternare alimenti a base di proteine animali (carni magre, pesce, uova e latticini magri) ad alimenti ricchi in proteine vegetali (legumi e cereali).
  5. Consumare frutta a guscio (noci, mandorle), semi oleosi (girasole, zucca, sesamo) come spuntino o per arricchire insalate, zuppe.
  6. Moderare l’uso del sale e usare le spezie per insaporire i piatti (salvo controindicazioni).
  7. Prediligere come condimenti gli olii (oliva, semi), moderane l’uso, ridurre l’uso del burro.
  8. Prediligere le cotture semplici: vapore, ai ferri, al forno.
  9. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno.
  10. Moderare l’uso di zuccheri semplici: evitare alimenti ad alto contenuto di zuccheri (dolci, bevande zuccherine, ecc…). Evitare gli alcolici e moderare il consumo di caffè e tè.

Dr.ssa Pietramala Anna (Nutrizionista)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *