Benefici: numerosi e importanti per ossa e muscoli, utile per il cervello e contro i tumori; la vitamina D viene sintetizzata grazie all’esposizione alla luce del sole, si trova anche in alcuni alimenti, in particolar modo nei cibi di origine animale. E’ una vitamina liposolubile, chiamata anche calciferolo, presente nell’organismo umano in due forme: come ergocalciferolo (vitamina D2) e colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D2 è presente negli alimenti di origine vegetale e viene assunta attraverso l’alimentazione; la vitamina D3 invece viene sintetizzata attraverso la pelle, grazie all’esposizione ai raggi solari, ed è presente nei prodotti di origine animale. In entrambe le forme, la vitamina D svolge importanti funzioni biologiche. La vitamina D è alla base di importanti funzioni biologiche, cosi vitali per il nostro organismo da essere definita “para ormone” (perché esercita la sua attività su organi e apparati in modo simile ad un ormone). Infatti:

  • Mantiene le ossa forti e sane
  • Utile per curare psoriasi e dermatite atopica
  • Contrasta la depressione
  • Migliora la funzionalità dell’insulina e favorisce la produzione di leptina (un ormone coinvolto nella regolazione del metabolismo lipidico e del consumo energetico)
  • Aumenta la sintesi del testosterone negli uomini, aumentando la tonicità muscolare e la forza fisica.
  • Fa bene al cervello, prevenendo il rischio di malattie neurovegetative come l’Alzheimer o Parkinson; migliora le funzioni cognitive, in particolare la memoria e la fluenza verbale
  • Secondo alcuni studi, stimola il sistema immunitario e potrebbe avere anche un effetto protettivo contro il rischio tumore.

Conseguenze di una carenza di vitamina D: Bassi livelli di vitamina D nel sangue provocano ipomineralizzazione e decalcificazione ossea e nei bambini può provocare rachitismo La vitamina D si misura quantificando i livelli di 25 (OH) D presenti nel sangue.

Di quanta vitamina D abbiamo bisogno

Il fabbisogno quotidiano di vitamina D varia a seconda dell’età:

  • 400 UI dalla nascita fino al primo anno di età
  • 600 UI dal primo anno di vita in poi

Questo apporto può aumentare se i bambini non vengono esposti al sole:

  • 1000-1500 UI per gli adulti sani
  • 2300 UI per gli anziani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *