Cap. 1: Come mantenerlo in forma.

È il vero punto debole della salute delle donne, basta però seguire alcune semplici regole affinché resti sano e forte per tutta la vita. Contrariamente a quello che si crede, non sono i tumori femminili, per quanto temuti, a mietere più vittime fra le donne bensì le malattie cardiovascolari, dall’infarto all’ictus, dall’ipertensione allo scompenso cardiaco. I dati sono chiari: la prima causa di morte per le italiane riguarda infatti cuore e circolazione (45%), mentre i tumori sono in seconda posizione (25%).

Perché questo primato?
Le donne, già giovanissime, presentano molti dei fattori di rischio cardiovascolari:
– fumano molto più degli uomini, e già da giovanissime
– sono molto diffuse abitudini alimentari sbagliate e sovrappeso
– poche conoscono il valore del proprio colesterolo e della pressione (fanno la prima visita cardiologica solo quando i problemi sono già in atto).
– fattore stress, doppio per le mamme lavoratrici.

Tutti questi fattori non hanno effetti visibili immediati perché gli estrogeni sono i grandi protettori dell’età fertile, tutelano anche l’endotelio, la parte interna dei vasi sanguigni, mantenendoli elastici e quindi prevenendo l’arteriosclerosi, che li irrigidisce danneggiandoli; gli ormoni, quindi, fanno vivere di rendita le donne fino alla menopausa. Poi, però, perso questo scudo protettivo, tutti i nodi vengono al pettine e le cifre degli eventi cardiaci impennano repentinamente, uguagliando quelle dei maschi di pari età.

La prevenzione deve partire da giovani perché la malattia coronaria inizia presto; i primi segni si possono vedere già nelle bambine che abusano di cibi grassi o mangiano in quantità eccessive. Si tratta di investire subito per un futuro a cuor “leggero” o, alla peggio, di recuperare il terreno che si è perso.

Per saperne di più prenota una visita:
⌚️ Nuovi Orari: Dal Lunedì al Giovedì 9:00/12:00 – 15:00/18:00 – Venerdì 09:00/12:00
📞 Tel. 0984 465176 – 348 3706023
📧 E-Mail: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *