Cosa è:
Circa il 12% della popolazione adulta soffre di calcolosi renale, cioè presenza di formazioni solide dovute alla cristallizzazione dei sali nelle urine. Piccoli come la sabbia (la cosiddetta renella) o grandi come sassolini dal diametro di 1 o 2 cm. I calcoli sono formati per l’80% da ossalati di calcio e per il 20% da altri sali minerali come sodio e potassio. Finchè restano nei reni la loro presenza è discreta e silenziosa. Appena si spostano, incanalandosi negli ureteri (i canali che collegano i reni alla vescica) per venire espulsi, scatenano delle coliche dolorosissime, paragonate dalle donne alle contrazioni tipiche del travaglio.

Perché si formano i calcoli:
Alla base della calcolosi renale c’è una predisposizione genetica. Ma è indubbio che lo stile di vita gioca un ruolo importante. La sedentarietà predispone alla formazione di calcoli.

Come intervenire:

  • si consiglia di praticare un’attività sportiva 2 o 3 volte la settimana.
  • bere lontano dai pasti 1 litro e mezzo di acqua al giorno, con un residuo fisso inferiore ai 200 mg/litro (basta leggere l’etichetta apposta sulla bottiglia)
  • limitare il consumo di carne rossa a una volta la settimana.
  • limitare i latticini (ricchi di calcio) a 2 volte la settimana.
  • Consumare alimenti ricchi di potassio e di magnesio (verdura fresca, mandorle, noci, banane, kiwi, fagioli, piselli, cacao amaro e gemme di grano), questi 2 minerali (potassio e magnesio) inibiscono la precipitazione e la cristallizzazione dei sali nelle urine.
  • Punta sul limone: uno studio internazionale ha dimostrato che basta il succo di 2 limoni al giorno, bevuto al mattino a digiuno, per allontanare la comparsa o il ritorno dei calcoli. Il limone è ricchissimo di citrati, sostanze che vengono metabolizzate e trasformate, nel nostro organismo, a livello renale, in citrato di potassio, preziosissimo per inibire la formazione di calcoli.

Se l’ecografia addominale evidenzia calcoli uguali o superiori ai 2 cm di diametro è bene intervenire con la litotrissia; il litotritore è uno strumento che emette onde d’urto ad alta intensità; i calcoli vengono disgregati in pochi minuti e i suoi frammenti eliminati spontaneamente con le urine. L’intervento non prevede alcuna incisione cutanea e viene eseguito in day-hospital, con una leggera sedazione generale per evitare di sentire dolore.

Colica renale: sintomi
Dolore ad un fianco ed alla zona lombare, difficoltà ad urinare, senso di pesantezza al basso ventre.

Complicanze:
Nausea, vomito, febbre, sangue nelle urine, infezioni delle vie urinarie

Cosa fare:

  • Visita dal Medico Curante
  • Ecografia Renale
  • Esame Urine ed eventuale urinocoltura
  • Visita specialistica Urologica
  • Radiografia dell’apparato urinario

Per informazioni o prenotazione esami e visite 0984/465176

Le informazioni di cui sopra hanno un carattere generico e non vogliono sostituirsi ai consigli e prescrizioni del Medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *