In Italia circa un milione di persone hanno dichiarato di soffrire mal di testa, spesso insopportabile.

In termini generali si riconoscono due gruppi di cefalee:

  • Le cefalee primarie, quelle forme in cui il mal di testa è un disturbo autonomo, non legato ad altre patologie, rappresentando cosi una malattia vera e propria. I tipi più frequenti sono:
    • Le cefalee di tipo tensivo
    • L’emicrania
    • La cefalea a grappolo
  • Le cefalee secondarie, quelle forme in cui il mal di testa è un “sintomo” di una ben definita malattia sottostante come ad esempio l’ipertensione arteriosa, la sinusite, gli esiti di un trauma cranico.

La cefalea è un disturbo spesso sottovalutato col quale si impara a convivere senza sapere che esistono tante strategie (farmacologiche e non) che ci permettono di migliorare la qualità di vita e ridurre i giorni “invalidati” dal mal di testa.

Lo specialista di riferimento per questa patologia è il neurologo che:

  • Individua la tipologia della cefalea
  • Quantifica l’entità del disturbo (frequenza e durata degli attacchi), intensità del dolore, sintomi associati, risposta ai farmaci analgesici, l’impatto nella qualità della vita quotidiana e conseguente invalidità.

La visita neurologica è sempre indicata:

  • Quando la cefalea è frequente e si presenta più di 4/8 volte al mese o comunque se ha un forte impatto emotivo-disabilitante per il soggetto che ne soffre
  • Quando, in presenza di cefalea episodica, cambia radicalmente le sue caratteristiche di presentazione
  • Quando si associano dei nuovi disturbi (perdita della vista, della forza, della sensibilità, dell’equilibrio, oppure confusione mentale o febbre
  • Quando compare in un soggetto di oltre 50 anni che non ha mai sofferto di cefalea

La visita neurologia:
Consiste in una raccolta di dati anamnestiche che comprendano le malattie di cui il paziente soffre o ha sofferto, le abitudini alimentari e comportamentali, i farmaci assunti, i sintomi attuali e la storia familiare.

Un‘anamnesi completa e l’esecuzione di un accurato esame obiettivo rappresentano gli strumenti che, insieme al ragionamento clinico, conducono, nella maggior parte dei casi, alla diagnosi ed all’impostazione di una terapia quanto più efficace possibile.

Esami strumentali complementari alla visita che possono essere richiesti dal Neurologo:

  • Radiografia del cranio
  • Elettroencefalografia
  • TAC cranio
  • Risonanza magnetica nucleare
  • Polisonografia
  • Ecocolordoppler tronchi sovraortici

Possibili trattamenti:

  • Terapia farmacologia tradizionale
  • Terapia farmacologica innovativa
  • Trattamenti di disassuefazione
  • Terapia rilassante muscolare
  • Percorsi di fisioterapia dedicati, di supporto alla terapia farmacologica e che potrebbero migliorare i sintomi della cefalea

Le notizie di cui sopra hanno caratteri generici e non vogliono sostituirsi ai consigli e prescrizioni del Medico di fiducia e dello Specialista.

Per informazioni o prenotazioni:
Studio Medico Sammarra
Via Giorgio De Chirico 89/C – Saporito di Rende (CS)
Telefoni: (+39) 0984 465176(+39) 348 370623
E-Mail: [email protected]
Sito Web: www.studiomedicosammarra.it

Progetto “Prevenzione è Salute”
Responsabile dr Cosmo Sammarra

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.